Home » Il Pensiero Magicko

Il Pensiero Magicko

Il Pensiero Magicko

Il pensiero Magicko è quell'origine, quel mezzo e quella con-causa, che realizza i nostri intenti, le quali meccaniche di azione, non sono descivibili per intero dalla scienza volgare ed ha come fonte la totalità delle risorse dell'Uomo come essere terreno e Divino; questa volontà, questo pensiero che interagisce col piano materiale, può dar vita a tutta una serie di fenomeni che possono condizionare l'ambiente che ci circonda o addirittura condizionare la volontà altrui e questo può avvenire attraverso meccanismi, sia di comune e assodata conoscenza che esoterici; gli uni non meno importanti degli altri.

Aleister Crowley, definiva "Magick"(Magia), ogni atto di volontà che attraverso una o più azioni, si concretizzasse nel piano reale.

Si può dire che la Magia, sconfini dal piano unicamente rituale; Magia è tutto quello che realizziamo in seguito al nostro volere, attraverso delle azioni.

Principalmente in questo senso, la Magia è una cosa reale che si manifesta attraverso delle capacità di varia natura, non unicamente esoteriche e può cambiare la vita delle persone.

Esistono molti soggetti, che pur non avendo appreso alcun segreto esoterico e rituale, hanno già di loro, in maniera innata, molto sviluppato questo potenziale, che permette loro di plasmare la realtà in cui vivono in maniera potente, in relazione ai propri desideri e aspettative.

Questa è la prima presa di coscienza da assimilare, allo scopo di non costruire un "castello su fondamenta di cartapesta".

Questa anticipazione, non vuole assolutamente sminuire il valore della tradizione Magica, esoterica e rituale, ma solo mettere ragionevolmente al centro di tutto questo l'Uomo, di cui tutto questo è un mezzo, essendo che, dalla sua "Essenza Divina", tutto questo viene, essendo egli stesso un "Raggio di Dio"; comprendere questo significa ottenere la corretta prospettiva riguardo l'Uomo e la Magia, quindi essere nelle condizioni ottimali per esercitarla migliorando se stessi e a volte, conseguentemente, il mondo che ci circonda.

Sempre Aleister Crowley diceva

"Do what thou wilt"

Questa affermazione, è dotata di un significato esistenziale decisivo, dal momento che nella società odierna, forse ancora più che nel passato, è sempre più difficile "fare quello che si vuole", essendo attualmente a livello sociale, costantemente più diffuso un profilo mentale sempre più tendente ad un approccio materialistico e imperniato su una sorta di concetto di "sopravvivenza", che automaticamente porta l'individuo descritto a mettere gerarchicamente molte cose che fanno parte della sua vita quotidiana per motivazioni essenzialmente pratiche, prima del suo intimo e reale volere, quindi prima di se stesso, compromettendo così la sua possibilità di realizzarsi come individuo al suo massimo potenziale.

Le ambizioni economiche, professionali, i desideri e le aspettative degli altri, possono in molti casi, drammaticamente influenzare le priorità di una persona, fino a fargli praticamente dimenticare quelli che sono i suoi veri desideri e la sua reale natura, che anzichè venire esplorata, verrà sotterrata nell'illusione dell'ottenimento di una convenienza più concreta.

Noi siamo convinti che l'Uomo moderno, dovrebbe trovare il giusto equilibrio con l'ambiente esterno, che gli permetta di vivere in armonia col mondo che lo circonda e al tempo stesso non gli impedisca di sviluppare se stesso in tutto il suo potenziale.

La componente rituale ed esoterica della Magia, può aggiungere "energie" e altri elementi coadiuvanti, al proprio influsso magico "naturale", nato dalla nostra volontà e dalle noste risorse, fornendo un sostegno decisivo e potente al nostro operato, ma per funzionare non può esserne un mero sostituto.

 

Il Pensiero Magicko - Priorato Di Sion